Black Mirror

Una serie non convenzionale.


Da anni ormai il “politicamente corretto” si è fatto strada in ogni cosa, cercando di nascondere tutto il marcio che la nostra società odierna ci offre quotidianamente. I palinsesti televisivi sono ormai saturi di buonismo spicciolo e forzato, divenuto un vero e proprio cliché di ogni produzione, su scala mondiale.

Una alternativa però esiste e la si può trovare sulla piattaforma online di Netflix.

Si intitola Black Mirror, e non sembra di certo andarci leggera.

Struttura generale

L’intera serie TV, composta da più stagioni, ci trasporta in una realtà completamente condizionata dalla tecnologia, la quale offre non solo le comodità che noi tutti vorremmo avere a portata di mano, ma anche il lato negativo di essa. Ogni episodio è autoconclusivo e non si risparmia di lasciare quel senso di amaro in bocca che altre serie peccano nell’opposto. In poche parole, una serie lontana dai soliti canoni a cui ci siamo (nostro malgrado) abituati.
Alcune puntate sono addirittura un pugno nello stomaco a chi pensa che la tecnologia sia ormai parte integrante della nostra vita e soprattutto della nostra persona. Una vera e propria fotografia dell’attuale situazione a cui stiamo andando incontro, senza possibilità di evitarne le dirette conseguenze.

Stagioni ed Episodi.

Black Mirror è composto da 4 stagioni e di un totale di  19 episodi (la quinta stagione è ancora in fase di produzione). Di seguito l’elenco completo di riferimento: 

Stagione 1- 

  • Messaggio al primo ministro 
  • 15 Milioni di celebrità
  • Ricordi pericolosi

Stagione 2-

  • Torna da me
  • Orso Bianco
  • Vota Waldo!
  • Bianco Natale

Stagione 3-

  • Caduta libera
  • Giochi pericolosi
  • Zitto e balla
  • San Junipero
  • Gli uomini e il fuoco
  • Odio universale

Stagione 4-

  • USS Callister
  • Arkangel
  • Crocodile
  • Hang the DJ
  • Metalhead
  • Black Museum

Stagione 5-

  • Striking Vipers
  • Smithereens
  • Rachel, Jack e Ashley Too


Considerazioni

Un prodotto ben costruito e confezionato, che punta dritto al cuore dello spettatore, facendo breccia nella coscienza collettiva, insinuando ogni sorta di dubbio e riflessione. Un tarlo che si farà strada nei vostri pensieri di tutti i giorni.

Ottima la scelta dell’episodio a sé, così da non avere un obbligo di visione stabilito e legami tra storie nuove e già viste. Per certi versi, ricorda molto un’altra serie cult che ha lasciato un segno indelebile nella storia delle serie TV: The Twilight zone- Ai confini della realtà.

Consigliato (14+)

Voto:
4/5