Super Mario Flipper

0

Niente, poi ti ritrovi in aeroporto in Spagna e ti piomba davanti questo cimelio dal valore inestimabile 😍👇👇👇👇👇👇👇

La leggenda narra di questi spettacolari articoli Vintage sparsi per il mondo e di qualcuno che addirittura ne possega uno in casa per la propria collezione privata. Ovviamente è solo una leggenda e quello che mi sono trovato di fronte era solo un miraggio causato dal troppo stess accumulato nell’ultimo periodo….o forse no.

Mentre stavo ammirando questo pezzo di antiquariato post-moderno (la definizione non credo sia corretta, ma fa tanto “critico d’arte saccente, con monocolo e papillon a pois”) le mie mani in automatico frugavano già nelle saccocce dei pantaloni, alla ricerca di qualche spicciolo da infilare nell’ipnotica fessura, per poter fare partire quella macchina del tempo denominata flipper.

Un euro!! Mi bastava solamente un euro e la mia felicità sarebbe arrivata alle stelle…

…ma invece una cosa tanto improvvisa quanto sorprendente mi fece tornare con i piedi per terra in un istante. Lo speaker del Gate nel quale mi sarei dovuto imbarcare, pronunciò il mio nome e cognome dall’altoparlante (tra l’altro senza sbagliare il mio cognome, cosa più unica che rara) avvisandomi che l’aereo sarebbe partito a minuti e che mi dovevo muovere!! (non ha usato queste identiche parole, ma il senso era quello). Nel frattempo, le mie dita avevano scorto nella tasca destra dei pantaloni alcune monetine, tra le quali un euro tutto sbrilluccicante e desideroso di essere infilato nella mangiasoldi d’altri tempi. Mi girai verso Super Mario, pronto per farlo saltare qua e là, ma invece mi apparve lui…

Restai qualche secondo nel panico e spaesato, ma poi decisi di fare ciò che andava fatto per il bene di tutti (soprattutto il mio). No, non ho giocato al bellissimo, rarissimo, invidiatissimo flipper vintage. Aveva ragione Hammer e io gli ho dato ascolto. Mi imbarcai al volo, sotto lo sguardo severo della ragazza all’ingresso e mi sentii come quando i bambini vengono sgridati dalla maestra. Non mi voltai indietro neppure per un saluto da lontano, così da evitare di rendere la mia partenza ancor più difficile e straziante di quanto già fosse. Con il capo chino salii sull’aereo e nel giro di pochi minuti mi ritrovai con la cintura di sicurezza allacciata e i motori pronti per il decollo.

Dopo quella volta, non trovai più un esemplare in buono stato come quel flipper, anzi non ne trovai più in circolazione. Chissà che esperienza sarebbe stata la mia😢. Una storia mancata, da raccontare ai figli e nipoti e tramandare di generazione in generazione. Magari un giorno le nostre strade si incontreranno di nuovo…. e io sarò lì con l’euro sbrilluccicante tra le dita ad attendere il momento.

Condividi “Super Mario flipper” con chi vuoi😁👍”
0

4 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.