Facebook, o non Facebook? Questo è il dilemma.

Ho cancellato l’account FB circa 4 anni fa, perché saturo di tutto quel ciarpame al suo interno. Il solo ricordare quel social network, mi mette un senso di disagio addosso che credo in pochi possano capire. Le cose belle te le ricordi per anni, mentre quelle brutte fai presto a scordarle”. Me lo disse qualcuno anni fa e ora posso solamente confermare tale affermazione. Il fatto è che dopo essere stato completamente lobotomizzato da Zuckerberg, avevo una dipendenza dal sapere chi avesse pubblicato, chi mi avesse taggato o messo un “like“, fino ad arrivare persino ad alzarmi la notte per controllare le notifiche. Poi è arrivato il bianconiglio 🐇 che mi fece vedere quanto fosse profonda la sua tana…(cit.)

Riuscii senza tanti sforzi a scollegarmi da quella porcheria chiamata Facebook, dimenticandomi improvvisamente di tutte quelle azioni involontarie che facevo ogni santo giorno (guardare il cell per le notifiche, controllare i c**zi degli altri ecc ecc). Nel giro di poco tempo, tutto tornò come prima di conoscere FB e non ne sentivo assolutamente la mancanza.

Passati gli anni, dove l’astinenza da social non mi è pesata affatto, ecco che incappo in un articolo in internet. Stavo facendo una piccola ricerca su come affinare le mie doti (scarse) di blogger e di come migliorare la visibilità del mio sito, quando iniziai a leggere l’articolo….

Non sto qui a spiegare per filo e per segno ogni passaggio di quel post, ma il primo consiglio che mi sono trovato a leggere, diceva: “Condividete il più possibile il vostro post, con i social network. Facebook ha una visibilità straordinaria e attira molti lettori“.

Cosa fare? Mi conviene aprire un account FB, oppure è meglio evitare?

Non vorrei fare un passo avanti e tre indietro….

Annunci